Coronavirus: capo Istituto Robert Koch, 'no a vaccino obbligatorio'

Lothar Wieler è contrario a un vaccino obbligatorio per il coronavirus. KEYSTONE/EPA DDP IMAGES POOL/ANDREAS GORA / POOL sda-ats

Il presidente dell'Istituto Robert Koch, l'istituto di salute pubblica in Germania, è contrario all'obbligatorietà di un futuro vaccino contro il Covid-19.

"Non abbiamo nessuna ragione di pensare ad una vaccinazione obbligatoria", ha detto Lothar Wieler, parlando oggi nella città settentrionale Schwerin, aggiungendo di ritenere che i cittadini avranno sicuramente l'intelligenza di capire che quando ci sarà un vaccino sicuro, questo sarà un bene per la loro salute.

Nelle scorse settimane all'Istituto Robert Koch è stato creato un gruppo di lavoro che sarà concentrato a determinare quali settori della popolazione potranno vaccinarsi e come, una volta che si avrà il vaccino contro il coronavirus.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo