Navigation

Coronavirus: Cina, aumentano dimissioni da ospedali

I trattamenti adottati in Cina per curare le infezioni del nuovo coronavirus si sono dimostrati efficaci visto il sempre maggiore numero di pazienti dimessi dagli ospedali dopo essere guariti. KEYSTONE/AP/Peng Zhaozhi sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 marzo 2020 - 15:38
(Keystone-ATS)

I trattamenti adottati in Cina per curare la COVID-19, causata dal nuovo coronavirus, si sono dimostrati efficaci visto il sempre maggiore numero di pazienti dimessi dagli ospedali dopo essere guariti.

Lo ha affermato oggi in conferenza stampa il portavoce della Commissione Sanitaria Nazionale cinese, Mi Feng.

Alla giornata di ieri, ha reso noto il funzionario cinese, il numero di pazienti dimessi dagli ospedali in tutto il Paese era salito a 17,3 volte il totale dei deceduti, mentre al 1° febbraio questa proporzione era pari a 1,08.

Secondo l'ultimo bollettino quotidiano della Commissione Sanitaria Nazionale cinese fino a ieri 52'045 pazienti contagiati erano stati dimessi dagli ospedali in Cina dopo essere guariti, a fronte di 3012 decessi registrati dall'inizio dell'epidemia.

"Questo dimostra che gli sforzi di prevenzione e contenimento dell'epidemia adottati dal Paese hanno mantenuto una tendenza positiva", ha spiegato Mi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.