Navigation

Coronavirus: Cina; circolava già prima di annuncio epidemia, prove

Altra prova che la Covid-19 circolava in Cina già prima dell'inizio dell'emergenza): test fatti tra ottobre e gennaio a persone con sintomi influenzali e riesaminati ora sono risultati positivi al nuovo SARS-CoV-2. KEYSTONE/AP/Ng Han Guan sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 aprile 2020 - 14:15
(Keystone-ATS)

Un'altra prova che la Covid-19 circolava in Cina già da prima rispetto all'inizio dell'emergenza (già agli inizi di Gennaio): test fatti dal 6 ottobre al 21 gennaio a individui con sintomi influenzali e riesaminati ora sono risultati positivi al nuovo SARS-CoV-2.

Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Nature Microbiology e condotto da Man-Qing Liu del Wuhan Center for Disease Control & Prevention.

Sono ancora tanti gli interrogativi su origini e tempistiche dell'emergenza del nuovo coronavirus, la cui comparsa è stata annunciata ufficialmente dall'OMS il 10 gennaio. Questo studio, spiegano gli autori, potrebbe fornire informazioni importanti sui primissimi stadi dell'epidemia.

Gli esperti hanno riesaminato i tamponi faringei di 640 individui che tra 6 ottobre e 21 gennaio erano stati coinvolti in un progetto di sorveglianza sull'influenza stagionale e che per questo motivo erano stati sottoposti al tampone. Nove di questi individui sono risultati positivi al nuovo coronavirus, il che significa che la trasmissione del virus era già in corso da prima dell'inizio dell'epidemia, ipoteticamente già dall'inizio di gennaio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.