Navigation

Coronavirus: Credit Suisse, PIL giù del 3,5%

Credit Suisse rivede al ribasso le previsioni del PIL KEYSTONE/MELANIE DUCHENE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 aprile 2020 - 07:57
(Keystone-ATS)

Gli economisti di Credit Suisse hanno rivisto al ribasso le previsioni economiche per la Svizzera per l'anno in corso. Le nuove stime parlano di un calo del PIL del 3,5%, contro il precedente -1,0%.

Secondo un'analisi della banca pubblicata oggi, l'economia dovrebbe iniziare a riprendersi una volta che il "blocco" inizierà ad allentarsi. La ripartenza sarà probabilmente più lenta del previsto, soprattutto nei settori orientati all'esportazione.

Il calendario di riavvio delle attività economiche e sociali pubblicato ieri dal Consiglio federale è in linea con le previsioni di Credit Suisse, secondo cui le misure più severe sarebbero state revocate dopo due o tre mesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.