Navigation

Coronavirus: donazioni di sangue assicurate nonostante l'emergenza

Donare il sangue si può anche tuttora! KEYSTONE/DPA/CHRISTIAN CHARISIUS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 maggio 2020 - 11:44
(Keystone-ATS)

Malgrado l'emergenza Covid-19 è possibile continuare a donare sangue: lo ricorda oggi la Croce Rossa Svizzera (CRS), secondo cui nella Confederazione l'approvvigionamento di plasma è garantito nonostante la pandemia. Nel 2019 le donazioni sono rimaste molto stabili.

Lo scorso anno la CRS ha registrato 271.624 donazioni di sangue (2018: 277.808): ciò ha fatto sì che i diversi gruppi sanguigni fossero disponibili nella giusta quantità e al momento giusto. Le esigenze degli ospedali sono state dello stesso ordine di grandezza dell'anno precedente. Quasi due terzi delle trasfusioni sono destinate a pazienti di età superiore ai 65 anni.

Per quanto riguarda le cellule staminali, nel Registro svizzero dei donatori a fine anno figuravano ben 143'000 persone (+14'745 rispetto al 2018). Ricerche hanno dimostrato che i trapianti di cellule staminali provenienti dal sangue di giovani donatori non imparentati offrono ai pazienti maggiori possibilità di sopravvivenza.

La CRS lancia quindi un appello ai giovani e ha fissato il limite di età per la donazione a 40 anni. Si è posta l'obiettivo di aumentare la percentuale di uomini presenti nel Registro dal 35 al 50%: le giovani donne sono invece già rappresentate nella misura del 65%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.