Navigation

Coronavirus: frontiere, restrizioni d'entrata per tutti gli Stati

Foto simbolica. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 marzo 2020 - 14:31
(Keystone-ATS)

Le restrizioni d'entrata in Svizzera sono estese dalla mezzanotte a tutti gli Stati ad eccezione del Liechtenstein. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale per rafforzare la protezione della popolazione dal coronavirus.

L'entrata nella Confederazione è ammessa solo per le persone con un titolo di soggiorno svizzero, che devono recarsi in Svizzera per motivi di lavoro o che si trovano in una situazione di assoluto bisogno. Restano ammessi il traffico di transito e il traffico delle merci.

I competenti organi dell'UE sono stati informati al riguardo, precisa il Consiglio federale. La scorsa settimana il governo aveva già emanato restrizioni d'entrata per i passeggeri provenienti per via terrestre o aerea da Italia, Francia, Germania, Austria, Spagna e da tutti gli Stati che non appartengono a Schengen.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.