Navigation

Coronavirus: Germania, oltre 74'000 contagiati e 821 morti

La cancelliera tedesca Angela Merkel (foto d'archivio) KEYSTONE/EPA/CLEMENS BILAN / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 aprile 2020 - 20:28
(Keystone-ATS)

Sono saliti a 74'508 i contagi da Covid-19 e a 821 i decessi in Germania, secondo i dati della Johns Hopkins University.

La curva della diffusione dei contagi sta lentamente rallentando e il raddoppio dei casi, secondo Die Zeit online, è passato da ogni 5 giorni e mezzo della settimana scorsa a ogni sette giorni.

Il Land che conta un maggior numero di contagi, diversamente dal passato, è la Baviera con 17'236 casi confermati, seguito da Nordreno-Westfalia con 16'228 e Baden-Wuerttemberg, 14'925. La località che conta il maggior numero di decessi è ancora Heinsberg, dove a febbraio una festa di carnevale fece da detonatore della diffusione nel Land del Nordreno-Westfalia.

Intanto durante una teleconferenza tra presidente dei Land tedeschi e il governo federale alla presenza della cancelliera Angela Merkel è stato stabilito che le misure di contenimento in Germania non saranno inasprite ma prolungate fino al 19 aprile.

"Una pandemia non conosce giorni festivi" ha detto Merkel. "La dinamica della diffusione del coronavirus in Germania è ancora troppo alta. Dobbiamo ancora fare di tutto per impedire un'eccessiva velocità del contagio per mantenere l'operatività del nostro sistema sanitario": è quanto si legge nel decreto del governo, rivela l'agenzia di stampa tedesca Dpa.

A proposito della durata delle misure di contenimento Merkel in una conferenza stampa telefonica con i media tedeschi ha detto che "Oggi non possiamo fare dichiarazioni su come andremo avanti dopo Pasqua":

La crescita del contagio è leggermente diminuita ma non abbastanza da giustificare previsioni a lungo termine, ha specificato la cancelliera.

Martedì dopo Pasqua sarà il prossimo momento in cui le autorità competenti, mediche e politiche, in Germania si riuniranno per fare di nuovo il punto della situazione, ha aggiunto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.