Navigation

Coronavirus: Giappone, crollo del 22% dell'export in aprile

Crollo dell'export in Giappone. KEYSTONE/AP/Kiichiro Sato sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 maggio 2020 - 07:24
(Keystone-ATS)

La diffusione della pandemia del coronavirus su scala globale provoca il crollo delle esportazioni giapponesi, facendo segnare il maggior calo mensile oltre 10 anni.

In base ai dati del ministero delle Finanze nipponico, in aprile l'export è sceso del 21,9% rispetto al periodo di riferimento dell'anno scorso. Ad essere principalmente penalizzate le spedizioni dirette verso il mercato statunitense, quasi il 38% in meno, in particolare il comparto auto con una flessione del 66%.

L'export nei Paesi dell'Unione europea segna una diminuzione del 28%, mentre le importazioni a livello globale sono invece scese del 7,2%. Ne consegue il primo rosso della bilancia commerciale in tre mesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.