Navigation

Coronavirus: GR, un milione per lo sport e tre per la cultura

Per scongiurare un abbassamento di livello nello sport e mantenere un'ampia offerta di attività, il governo retico sosterrà le associazioni sportive grigionesi e i loro club con un contributo forfettario straordinario di un milione di franchi. KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 aprile 2020 - 10:21
(Keystone-ATS)

Il Governo grigionese adotta altre misure per alleviare le ripercussioni del coronavirus sullo sport e sulla cultura: elargendo aiuti per un milione e, rispettivamente, 3 milioni di franchi. Lo indica lo stesso Consiglio di Stato retico oggi in un comunicato ai media.

Gli effetti dell'epidemia in questi due ambiti, osserva l'esecutivo retico, sono "drastici". Il Governo ha quindi stanziato ulteriori contributi, oltre al pacchetto varato dalla Confederazione.

Aiutare lo sport

Per scongiurare un abbassamento di livello nello sport agonistico e per mantenere un'ampia offerta di attività, il governo ha deciso di sostenere le associazioni sportive grigionesi e i loro club. In aggiunta alle misure federali, sarà quindi messo a disposizione delle associazioni sportive del cantone un contributo forfettario straordinario di un milione di franchi per compensare parzialmente le perdite. Il contributo dovrà essere approvato dalla Commissione della gestione del Gran Consiglio.

L'importo per ogni associazione si basa sui contributi G+S, sul numero di soci e sul numero di club membri. La Confederazione aveva dal canto suo deciso di sostenere lo sport svizzero con 100 milioni di franchi: 50 per lo sport professionistico in prestiti senza interessi e 50 in contributi a fondo perso per lo sport popolare. Il sostegno della Confederazione alle organizzazioni sportive è tuttavia possibile solo in caso di imminente insolvenza e dopo aver esaurito gli altri aiuti.

Sostegno alla cultura

Lo scorso mese il Consiglio federale ha approvato un pacchetto di sovvenzioni alla cultura pari a 280 milioni di franchi, di cui 5 sono disponibili per il Cantone dei Grigioni. Di questi 3 milioni sono destinati a coprire le perdite e circa 2 milioni all'aiuto d'urgenza (prestiti). Oltre a questi fondi, il Governo, con l'appoggio della Commissione della gestione, intende fornire un indennizzo di 3 milioni di franchi per la perdita di guadagno.

Le richieste di aiuto d'emergenza per gli operatori culturali saranno esaminate da Suisseculture Sociale, mentre le domande di aiuto finanziario per le associazioni dalle rispettive organizzazioni mantello.

I relativi moduli di candidatura e le schede informative sono disponibili sul sito web della Promozione culturale dei Grigioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.