Navigation

Coronavirus: i cantoni escono dalla situazione straordinaria

Coronavirus: diversi cantoni tornano alla "situazione ordinaria". Le norme di igiene comunque rimangono. Nella foto un adesivo per il distanziamento davanti a un "fast food" alla stazione di Zurigo. KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 giugno 2020 - 12:18
(Keystone-ATS)

Diversi cantoni hanno annunciato oggi le date di uscita dalla "situazione straordinaria" legata alla pandemia di Covid-19. Zurigo e Svitto ritornano alla situazione ordinaria già domani, mentre a Berna bisognerà aspettare il venerdì successivo.

In tutti i casi, le decisioni comportano la fine dell'attività degli Organi cantonali di condotta - istituiti alla metà di marzo - e il passaggio degli strumenti di gestione in ambito sanitario alle strutture amministrative ordinarie. I cantoni si dicono peraltro pronti a riattivare gli organi di condotta in caso di un'eventuale seconda ondata di contagi.

Le cifre dei contagi si sono sviluppate in modo così positivo che questo è il momento giusto, ha detto oggi davanti alla stampa la consigliera di Stato zurighese Silvia Steiner (PPD). "Negli ultimi giorni stiamo tuttavia osservando degli aumenti", ha aggiunto Steiner, precisando che il Dipartimento zurighese della sanità informerà in proposito la prossima settimana.

Anche il governo del canto Svitto ha annunciato oggi l'uscita dalla situazione straordinaria per domani. Nel canton Berna il ritorno alla situazione ordinaria si avrà invece il 26 giugno. La decisione si rifà agli allentamenti delle misure adottati dal Consiglio federale e al numero di infezioni poco elevato e stabile nel cantone, si legge in una nota del governo bernese.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.