Navigation

Coronavirus: il bilancio delle vittime sale a 722

Si aggrava inevitabilmente il bilancio del coronavirus. KEYSTONE/AP/Firdia Lisnawati sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 febbraio 2020 - 08:31
(Keystone-ATS)

Il bilancio delle vittime a causa del coronavirus sale a 722. Lo ha reso noto la commissione sanitaria nazionale cinese, spiegando che sono stati registrati altri 86 decessi dall'ultimo bollettino.

Confermati anche altri 3399 nuovi casi di positività al virus, che portano così a 34'500 il numero di persone infette nel Paese.

Fra le vittime più recenti vi è un cittadino americano 60enne, deceduto a Wuhan. Si tratta del primo decesso statunitense da quando si è diffuso il virus.

Intanto, Hong Kong si è data nuove regole per contenere l'epidemia e ha imposto 14 giorni di quarantena per chiunque entri nel territorio semiautonomo dalla Cina continentale, con rischio di finire in carcere per chi la violi.

I visitatori, fanno sapere le autorità citate da Bbc, potranno isolarsi in albergo o in centri gestiti dal governo, i residenti nelle loro case. Chi viene sorpreso in pubblico durante la quarantena rischia una multa e una condanna detentiva.

A Yokohama, in Giappone, continua a salire il numero delle persone infettate dal coronavirus sulla nave da crociera Diamond Princess. Il ministero della Salute nipponico ha riferito di aver scoperto altri tre casi, spiegando che il totale delle persone che hanno contratto l'agente patogeno è di 64.

I tre passeggeri, due cittadini statunitensi e uno cinese, sono stati trasportati in un centro ospedaliero predisposto, mentre vanno avanti i controlli sull'imbarcazione dell'operatore Carnival, a bordo della quale ci sono circa 3700 passeggeri assieme all'equipaggio, provenienti da oltre 50 nazioni, tra cui due svizzeri.

Il ministero ha riferito di aver testato fin qui 279 persone, iniziando con gli individui con sintomi influenzali e chi era stato in contatto con le persone già segnalate. Il numero complessivo dei casi di coronavirus in tutto il Giappone, compresi quelli della nave, si assesta a 89.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.