Navigation

Coronavirus, Iran rilascia 70'000 detenuti

L'Iran è uno dei paesi più colpiti dall'epidemia. KEYSTONE/AP/Ebrahim Noroozi sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2020 - 12:55
(Keystone-ATS)

L'Iran ha rilasciato con permessi temporanei 70 mila detenuti per cercare di contrastare la diffusione dell'epidemia di coronavirus (Covid-19).

Lo ha annunciato il capo della magistratura di Teheran, Ebrahim Raisi. La scorsa settimana era già stato annunciato il trasferimento agli arresti domiciliari di 54 mila carcerati.

Secondo i dati forniti dal governo, la Repubblica islamica è il terzo Paese al mondo per numero di vittime, con 194 morti confermati finora.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.