Navigation

Coronavirus: Iraq, governo chiude zona Baghdad per 2 settimane

Da mercoledì e per due settimane la regione della capitale Baghdad sarà completamente chiusa per far fronte a una recrudescenza di casi di Covid-19. KEYSTONE/EPA/AHMED JALIL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 maggio 2020 - 18:25
(Keystone-ATS)

Il governo iracheno ha annunciato oggi che da mercoledì e per due settimane la regione della capitale Baghdad sarà completamente chiusa per far fronte a una recrudescenza di casi di Covid-19.

Il ministro della sanità Hassan Tamimi ha informato i direttori della sanità di Baghdad e dei quartieri periferici di Sadr City, Habibiya, Hurriya, Amiriya, Kamalia e Shola che da dopodomani fino al 4 giugno sarà imposto un coprifuoco notturno e tutte le attività commerciali non essenziali dovranno rimanere chiuse.

Finora in Iraq si sono registrati 3404 casi positivi ufficiali e 123 decessi accertati. Nei giorni scorsi il numero dei casi positivi era cresciuto in maniera esponenziale (passando da 30 a 140 casi in un giorno) anche a causa della graduale riapertura decisa dalle autorità durante il periodo di Ramadan, il mese islamico del digiuno che si concluderà la settimana prossima.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.