Navigation

Coronavirus: Israele, 'iniziata nuova ondata di malattia'

Il Paese del premier Netanyahu si prepara a una seconda ondata. KEYSTONE/AP Reuters Pool/RONAN ZVULUN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 giugno 2020 - 18:37
(Keystone-ATS)

Israele si trova "all'inizio di una nuova ondata di malattia": lo ha affermato oggi il ministro della sanità Yoel Edelstein in un intervento televisivo, al termine di una prima consultazione ministeriale sulla lotta al coronavirus che proseguirà anche domani.

"Ho sottoposto oggi al governo - ha affermato - alcune misure non piacevoli ma rese obbligatorie dalla situazione per fermare il virus adesso, e non dover ricorrere poi ad un lockdown del mercato". In particolare ha menzionato nuove misure restrittive ad eventi religiosi come matrimoni, cerimonie ebraiche di maggiore età o circoncisioni.

Sono previste inoltre limitazioni alle preghiere nelle sinagoghe e ad altri raggruppamenti di persone. Misure particolari dovranno essere adottate, a suo parere, anche negli atenei. Inoltre sarà incoraggiato il lavoro da casa, in particolare fra i dipendenti pubblici. Provvedimenti concreti in tal senso potrebbero essere annunciati domani.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.