Navigation

Coronavirus: Italia, Cdm approva decreto con nuove sanzioni

La multa per chi viola le regole anticontagio salirà "da 400 a 3000 euro" (da 424 a 3180 franchi al cambio attuale), ha detto il premier italiano Giuseppe Conte in conferenza stampa a Roma (immagine d'archivio). KEYSTONE/EPA/FILIPPO ATTILI / CHIGI PALACE / HANDOUT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 marzo 2020 - 19:04
(Keystone-ATS)

In Italia, il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge che introduce sanzioni più dure per chi viola le norme anticontagio da coronavirus e uniforma il quadro normativo.

La multa per chi viola le regole anticontagio salirà "da 400 a 3000 euro" (da 424 a 3180 franchi al cambio attuale), ha detto il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Roma.

"Si è creata discussione sul fatto che l'emergenza sarebbe stata prorogata fino al 31 luglio 2020: nulla di vero, assolutamente no. A fine gennaio abbiamo deliberato lo stato di emergenza nazionale, un attimo dopo che l'Oms (l'Organizzazione mondiale della sanità) ha decretato l'emergenza un'epidemia globale. L'emergenza è stata dichiarata fino al 31 luglio. Non significa che le misure restrittive saranno prorogate fino al 31 luglio", ha aggiunto Conte.

"Siamo pronti in qualsiasi momento e ci auguriamo prestissimo di allentare la morsa delle misure restrittive e superarle".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.