Navigation

Coronavirus: l'Australia registra un calo di nuovi casi

La polizia fuori dal centro commerciale di Melbourne dove alcuni manifestanti si sono riuniti per protestare KEYSTONE/EPA/JAMES ROSS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 settembre 2020 - 14:47
(Keystone-ATS)

L'Australia registra il più basso aumento giornaliero di coronavirus da tre mesi con solo 18 nuovi casi segnalati finora.

Lo stato di Victoria - l'epicentro dell'epidemia di Covid-19 nel Paese - ha registrato 14 nuove infezioni oggi, in calo rispetto alle 21 del giorno precedente. Il Nuovo Galles del Sud e il Queensland hanno segnalato due casi ciascuno. Numeri così bassi erano stati registrati lo scorso 23 giugno, riferisce la Bbc online.

Il premier di Victoria, Daniel Andrews, ha detto che i numeri sono "motivo di grande ottimismo". Il suo Stato, che ha rappresentato il 75% dei 26.900 casi australiani e il 90% degli 849 decessi, è in lockdown dai primi di luglio.

La capitale Melbourne è stata soggetta a restrizioni più severe rispetto ad altre aree, tra cui il coprifuoco e l'obbligo di rimanere a casa, che hanno provocato diverse proteste nella città diventate ormai regolari.

Anche oggi, secondo i media locali, alcuni manifestanti si sono riuniti nel centro commerciale della città per protestare. Ieri, un raduno contro il lockdown in un parco è stato disperso dalla polizia a cavallo.

Tuttavia, il premier ha difeso le misure anti-Covid indicando i casi in aumento in Europa. "È straziante vedere che dopo i i sacrifici fatti in molte città, ora si registrano casi più frequenti rispetto alla prima ondata", ha detto.

Melbourne ha iniziato ad allentare le sue restrizioni, affermando che revocherà il coprifuoco il 26 ottobre se ci saranno meno di cinque nuovi casi al giorno.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.