Navigation

Coronavirus: la Spagna dichiara lo stato di emergenza

Il governo spagnolo di Pedro Sanchez ha dichiarato lo stato d'emergenza per il coronavirus. KEYSTONE/EPA/OLIVIER HOSLET sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 marzo 2020 - 16:15
(Keystone-ATS)

La Spagna ha dichiarato lo stato di emergenza per far fronte all'epidemia da coronavirus. Lo rendono noto i media spagnoli. La misura consente di limitare temporaneamente la circolazione delle persone.

"Faremo ciò che è necessario, dove è necessario e quando è necessario", ha sottolineato il premier Pedro Sanchez, secondo quanto riferisce La Vanguardia. La Costituzione consente al governo di applicare questa misura, con un decreto concordato dal Consiglio dei ministri, già convocato per domani, e per un periodo massimo di 15 giorni.

Il decreto governativo determinerà il territorio al quale si estenderanno gli effetti della dichiarazione di allarme. L'esecutivo potrà limitare il movimento di persone e veicoli, effettuare richieste temporanee di ogni tipo di merce, occupare temporaneamente industrie, fabbriche o locali di qualsiasi natura, limitare o razionare l'uso di servizi o il consumo di determinati prodotti e emettere gli ordini necessari per garantire la fornitura dei mercati e il funzionamento dei servizi e dei centri di produzione.

Dal 1978 lo stato di allarme era stato dichiarato una sola volta, nel dicembre 2010 da José Luis Zapatero, a causa della chiusura dello spazio aereo causata dallo sciopero dei controllori di volo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.