Navigation

Coronavirus: lockdown, impediti 3,1 milioni morti in 11 Paesi Ue

Il lockdown è riuscito a evitare 3,1 milioni di morti in 11 Paesi europei. KEYSTONE/EPA/ANGELO CARCONI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 giugno 2020 - 15:33
(Keystone-ATS)

Il lockdown dovuto alla pandemia di Covid-19 è riuscito a evitare almeno 3,1 milioni di morti in 11 Paesi europei.

Negli stessi Paesi si stima che fra 12 e 15 milioni di individui abbiano contratto il nuovo coronavirus dall'inizio dell'epidemia fino a maggio, pari a una media compresa fra il 3,2% e il 4% della popolazione, con grandi fluttuazioni Paese per Paese.

L'Italia si colloca al quarto posto dopo Belgio (8%), Spagna (5,5%) e Gran Bretagna (5,1%). Lo indica il modello basato sui dati di 11 Paesi pubblicato sulla rivista Nature dal gruppo dell'Imperial College di Londra guidato da Seth Flaxman e Samir Bhatt.

La stima dei decessi evitati grazie al lockdown deriva dal confronto tra le morti osservate e quelle previste dal modello in assenza di interventi di contenimento e l'indice Rt, che indica il numero di persone che possono essere contagiate da chi ha l'infezione si è ridotto sotto 1, con una decrescita media dell'82%, anche in questo caso con valori variabili a seconda dei Paesi

Secondo gli autori della ricerca una delle limitazioni del modello è nell'assunzione che ogni misura abbia avuto lo stesso effetto in tutti i Paesi, mentre in realtà ci sono state variazioni notevole nel modo in cui sono state applicate. Complessivamente, comunque, il lockdown è stato un successo in tutta l'Europa e ovunque le misure di contenimento adottate nel periodo compreso fra il 2 e il 29 marzo hanno ridotto i livelli di trasmissione del virus SarCoV2 a un livello tale da consentire il controllo dell'epidemia.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.