Navigation

Coronavirus: maglietta con citazione Berset frutta 179'000 franchi

La maglietta è andata a ruba. KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 aprile 2020 - 18:08
(Keystone-ATS)

Ha fruttato 179'000 franchi, al di là di ogni previsione, la vendita per beneficenza, nel contesto dell'attuale crisi sanitaria, della maglietta con l'ormai famosissima citazione del consigliere federale Alain Berset sull'uscita dal semiconfinamento.

Il responsabile della sanità in governo, giovedì 16 aprile in conferenza stampa, aveva riassunto le modalità dell'abbandono graduale delle restrizioni alla vita sociale ed economica con la frase "il faut agir aussi vite que possible, mais aussi lentement que nécessaire". Sottolineava cioè che il Consiglio federale vuole un deconfinamento il più rapido possibile, ma ai ritmi lenti imposti dalla situazione.

La formula ha subito fatto capolino sui siti e nei media, ma ha anche colpito, tra gli altri, Pete Mager, dell'agenzia di comunicazione friburghese By the Way studio. Il giorno seguente, venerdì scorso, in collaborazione con la società di stampa pubblicitaria Ready to Brand, pure con sede nel canton Friburgo, ha lanciato un'operazione di beneficenza tutta centrata sulle parole del consigliere federale friburghese.

Ha messo in vendita online magliette con tale scritta al prezzo di 25 franchi, promettendo di riversare la totalità degli utili alla Catena della solidarietà. All'inizio dell'operazione il gruppo attorno a Mager aveva previsto di poter donare tra i 5000 e i 10'000 franchi, poi due giorni fa ha corretto verso l'alto la cifra, pronosticando una somma tra 30'000 e 70'000 franchi.

A conti fatti, oggi, che fin da subito era stato definito il termine inderogabile dell'iniziativa, gli utili sfiorano i 180'000 franchi (per un fatturato lordo di oltre mezzo milione di franchi), come indica un comunicato degli organizzatori della vendita. Mager vi manifesta la sua "grande sorpresa". In tutto le magliette vendute sono 20'336, precisa la nota.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.