Navigation

Coronavirus: medici Verbier chiedono isolamento località

Verbier KEYSTONE/LAURENT DARBELLAY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 marzo 2020 - 10:56
(Keystone-ATS)

I medici di Verbier (VS) chiedono che la località turistica venga messa in quarantena. Non potendo decidere da sole su una misura di questo tipo, le autorità cantonali hanno trasmesso la richiesta all'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Dalle colonne del Nouvelliste, la dottoressa Sabine Popescu sostiene come l'isolamento della stazione turistica sia necessario per proteggere il Vallese e la Svizzera tutta. "C'è troppo viavai, soprattutto di lavoratori. Ciò non permette di stabilizzare la situazione sanitaria".

Le autorità del comune di Bagnes, al quale Verbier appartiene, hanno affermato di essere nell'attesa di decisioni superiori. Nel frattempo sono state prese misure drastiche, come la sospensione dei trasporti pubblici urbani. I proprietari di residenze secondarie sono inoltre pregati di rimanere al loro domicilio principale.

La consigliera di Stato responsabile della sanità Esther Waeber-Kalbermatten ha affermato che una quarantena non può essere pronunciata da un cantone per una regione ma solo per singole persone o edifici, come ad esempio per i clienti e il personale di un hotel. Solo la Confederazione può confinare un'intera località. Per questo motivo il dossier è stato trasmesso all'UFSP. Quest'ultimo ha confermato a Keystone-ATS di aver ricevuto la richiesta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.