Navigation

Coronavirus: mondo, oltre 275'000 casi, quasi 11'400 morti

Strade pressoché deserte a Barcellona. Keystone/EPA EFE/ANDREU DALMAU sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 marzo 2020 - 14:50
(Keystone-ATS)

I casi di contagio da coronavirus nel mondo hanno superato la soglia delle 275'000 unità, portandosi 275'434, mentre il numero dei decessi è salito a 11'399: lo riporta l'ultimo bollettino diffuso dalla Johns Hopkins University

Il numero delle persone guarite è cresciuto a 88'256 unità.

Per il terzo giorno di fila, la Cina non ha avuto nuovi casi di coronavirus generati sul fronte interno, neanche a Wuhan, il focolaio della pandemia: nei dati aggiornati a venerdì, la Commissione sanitaria nazionale (Nhc) ha citato solo 41 infezioni importati dall'esterno. Il numero dei contagi di ritorno è salito a 269.

Le persone dimesse a guarigione accertata sono 590, mentre i casi gravi sono calati di 173 unità, a 1'963. I casi di infezioni sono saliti a 81'008, di cui 6'013 pazienti ancora sottoposti a trattamento medico, 3'255 decessi (+7) e 71'740 che hanno superato l'infezione, portando il tasso di guarigione all'88,5%. La Commissione sanitaria nazionale ha menzionato 106 persone ancora sospettate di infezione al coronavirus, mentre sono 9'371 quelle tenute ancora oggi sotto stretta osservazione prudenziale.

Tornano invece a salire i nuovi casi di coronavirus in Corea del Sud, a causa di alcuni piccoli focolai: secondo i dati forniti dal Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc) aggiornati a venerdì, le infezioni aggiuntive sono 147 dalle 87 di giovedì, portando il totale a 8'799. Con 8 nuovi morti, il bilancio dei decessi supera quota 100, portandosi a 102, a un mese dalla prima vittima causata dal Covid-19. Il focus della autorità sanitarie è sui nuovi focolai di infezione, come un call center a Seul e un ospedale di Daegu.

Questo mentre il ministero della sanità di Singapore ha annunciato oggi i primi due decessi provocati dal coronavirus nella città Stato asiatica: secondo quanto riporta il "Guardian" si tratta di una 75enne di Singapore e di un indonesiano 64enne. Finora i casi accertati di contagio sono 385.

Negli Stati Uniti sono almeno 225 i pazienti morti per coronavirus, mentre i casi positivi hanno superato i 17'500, secondo l'ultimo aggiornamento della situazione fornita dalle autorità. Intanto anche il Connecticut, il New Jersey, il Nevada e l'Illinois hanno varato misure restrittive.

In Spagna il bilancio dei casi positivi sale a 24'926 (+4'946) e quello dei morti a 1'326, 324 in più, rende noto il Ministero della salute. Secondo il dicastero ci sono anche 1'612 pazienti in terapia intensiva, 471 in più rispetto a ieri, e un totale di 2'125 pazienti hanno già recuperato, 540 in più.

Nel frattempo dalla mezzanotte passata il governo maltese ha chiuso lo spazio aereo al traffico passeggeri da e per Malta, mettendo di fatto in quarantena l'intera popolazione. Secondo gli ultimi dati forniti dalla Sovrintendenza alla salute pubblica il numero dei contagi a Malta è salito a 73.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.