Navigation

Coronavirus: morto a Londra 'padre architettura irachena'

È morto il padre dell'architettura irachena, Rifat Chadirji. Nell'immagine una veduta di Bagdad. KEYSTONE/EPA AFPI/KARIM SAHIB sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 aprile 2020 - 17:36
(Keystone-ATS)

Rifat Chadirji, considerato il padre dell'architettura irachena moderna, è morto a Londra di coronavirus. Aveva 93 anni. Tra le sue opere più famose il 'Monumento alla libertà', che su trova in piazza Tahrir a Baghdad.

"Con la morte di Rifat Chadirji l'architettura irachena e il mondo hanno perso una delle più grandi voci moderne", ha dichiarato il presidente iracheno Barham Saleh.

Nato a Baghdad nel 1926, aveva studiato a Londra e poi era ritornato in Iraq negli anni 50 durante i quali ha realizzato il suo capolavoro 'Il milite ignoto' che fu distrutto quando Saddam Hussein salì al potere. Chadirji fu incarcerato nella prigione di Abu Ghraib dove restò per due anni e mezzo.

Fu poi lo steso rais a farlo uscire dal carcere per commissionargli un centro conferenze. L'architetto ha vissuto all'estero per tutto il periodo delle guerre del Golfo ed è tornato per un periodo in Iraq soltanto nel 2009.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.