Navigation

Coronavirus: morto Daviau, direttore fotografia di 'E.T.'

È morto il direttore della fotografia cinque volte candidato agli Oscar Allen Daviau (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/Julie Markes sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 aprile 2020 - 16:37
(Keystone-ATS)

Hollywood di nuovo in lutto per l'epidemia di coronavirus: il direttore della fotografia cinque volte candidato agli Oscar Allen Daviau è morto di complicazioni insorte dopo essere stato contagiato.

Daviau, che aveva 77 anni, aveva lavorato con Steven Spielberg e Barry Levinson in film come "E.T.", "Impero del Sole" e "Bugsy". La sua scomparsa è stata annunciata dalla Motion Picture & Television Country House and Hospital di Woodland Hills, dove il cineasta viveva dopo un intervento chirurgico che nel 2012 lo aveva costretto a sedia a rotelle, la quarta vittima che il virus si è portato via tra i residenti della casa di assistenza.

Daviau aveva conosciuto Spielberg nel 1967: oltre che per "E.T." del 1982 i due avevano collaborato in "Indiana Jones and the Temple of Doom" e "Il Color Viola". Con Levinson aveva lavorato, oltre che in "Bugsy" del 1991, per "Avalon" dell'anno precedente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.