Navigation

Coronavirus: NE, 200-300 giovani brilli in riva al lago

Crepuscolo sul lago di Neuchâtel KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 maggio 2020 - 09:13
(Keystone-ATS)

Tra i 200 e i 300 giovani, in molti casi alticci, si sono dati appuntamento nella notte tra sabato e domenica in riva al lago di Neuchâtel, a Auvernier (NE). La polizia ha deciso di non intervenire per motivi di sicurezza.

"Quattro agenti sono stati accolti dal lancio di bottiglie e cibo", ha affermato Georges-André Lozouet, portavoce della polizia cantonale alla radio locale RTN. Dato l'elevato numero di partecipanti e il fatto che avessero bevuto, la polizia ha preferito non intervenire per tutelare la propria sicurezza.

"Probabilmente non ci saranno procedimenti giudiziari, dato che la maggior parte dei partecipanti non è stata identificata", ha aggiunto Lozouet. Questi giovani, ha proseguito, hanno agito "con un certo egoismo" e non hanno capito che le raccomandazioni sanitarie in relazione alla pandemia di Covid-19 continuano, nonostante il deconfinamento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.