Navigation

Coronavirus: nessun caso confermato finora in Svizzera, UFSP

L'ospedale Triemli a Zurigo dove sono state poste in quarantena due persone rientrate dalla Cina con sintomi sospetti KEYSTONE/ELO k_sim sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2020 - 17:26
(Keystone-ATS)

Finora non è stata confermata alcuna infezione da coronavirus in Svizzera, ha indicato oggi a Keystone-ATS l'Ufficio federale della sanità (UFSP).

Intanto i due casi sospetti all'ospedale Triemli di Zurigo sono tuttora sotto esame e - secondo quanto indicato dal nosocomio - i risultati del Centro nazionale di riferimento per le infezioni virali emergenti (CRIVE) di Ginevra sono attesi al più tardi domani mattina.

L'UFSP non ha fornito informazioni sul numero di casi sospetti esaminati finora: per alcuni di essi potrebbe trattarsi di influenza stagionale, ha dichiarato il portavoce Daniel Dauwalder. Spetta ai medici e agli ospedali chiarire se un paziente che presenta sintomi influenzali debba essere sottoposto al test per il nuovo virus.

Il fattore decisivo è se la persona sia stata in Cina e in particolare a Wuhan, o se sia stata in contatto con persone provenienti dalla Cina. È anche compito dei medici decidere se la persona debba essere messa in quarantena e se i suoi famigliari debbano essere sottoposti a esami.

Dall'inizio della settimana la Svizzera ha inasprito l'obbligo di notifica dei casi sospetti: medici e laboratori devono segnalarli a Cantoni e Confederazione entro due ore.

Due casi sospetti a Zurigo

Due pazienti - rientrati da un soggiorno in Cina - sono stati ricoverati all'ospedale Triemli e posti in quarantena giacché la causa dei sintomi che presentano potrebbe essere, tra gli altri agenti patogeni, anche il coronavirus. "Stanno bene", indica il nosocomio, aggiungendo che "il sospetto di infezione è molto debole". Non vi è alcun rischio per gli altri pazienti e il personale ospedaliero, viene precisato.

La Francia ha comunicato venerdì tre casi di contagio confermato: si tratta dei primi in Europa. Le tre persone che hanno contratto il coronavirus erano state in Cina.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.