Navigation

Coronavirus: oltre 600 infermieri morti nel mondo

Troppe morti in corsia KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 giugno 2020 - 15:38
(Keystone-ATS)

Sono oltre 600 gli infermieri morti nel mondo a causa del coronavirus, un numero più che raddoppiato rispetto ai primi di maggio. Lo ha annunciato il Consiglio Internazionale degli infermieri spiegando che si tratta, purtroppo, di un dato destinato a salire.

"Riteniamo che in tutto il mondo il numero di operatori sanitari contagiati possa aggirarsi attorno alle 450.000 persone", ha detto il direttore dell'organizzazione, Howard Cutton, secondo quanto riportato dal Guardian.

In media, il 7% di tutti i casi di Covid-19 riguarda questa categoria di lavoratori. I contagi tra gli infermieri variano molto da Paese a Paese e si passa dall'1% di Singapore al 30% dell'Irlanda. In Spagna e Germania c'è stato il più basso numero di morti tra gli operatori sanitari, nonostante abbiano avuto un'ampia diffusione del virus.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.