Navigation

Coronavirus: oltre 8,5 milioni di casi nel mondo

Negli Stati Uniti le vittime del coronavirus salgono ad oltre 118 mila, con 2.189.128 casi di contagio (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/Nam Y. Huh sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 giugno 2020 - 12:36
(Keystone-ATS)

I casi di coronavirus a livello mondiale hanno superato questa mattina la soglia degli 8,5 milioni: è quanto emerge dal conteggio della Johns Hopkins University.

Le statistiche dell'università statunitense indicano ora un bilancio di 8.500.398 contagi globali, inclusi 454.215 decessi. Finora 4.169.082 persone sono guarite. I primi tre Paesi per numero di casi (Usa, Brasile e Russia) rappresentano il 44% del totale.

Stati Uniti

Gli Stati Uniti hanno registrato ieri oltre 25.700 nuovi casi di coronavirus: rileva la Johns Hopkins University, secondo quanto riporta la Cnn.

Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 25.766. Secondo il conteggio aggiornato pubblicato dall'università americana, il bilancio complessivo dei casi nel Paese è adesso a quota 2.191.200 e quello dei morti a quota 118.435.

Un rimbalzo nei casi si è verificato in almeno 20 Stati Usa. La Florida e il Texas, al momento, sono ormai i nuovi epicentri della pandemia negli Usa. In entrambi gli Stati nelle ultime 24 ore è stato registrato il record dei nuovi casi giornalieri da quando si è diffuso il coronavirus: 3.516 in Texas, dove i contagi sfiorano oramai i 100 mila, e 3.207 in Florida, con un totale di quasi 86 mila contagi. Situazione critica anche in Arizona e in Lousiana.

L'incessante incremento dei casi di coronavirus negli Stati Uniti, rileva la Cnn, aumenta la pressione sulle autorità dei vari Stati per prendere provvedimenti in modo da contenere i contagi: e alcune hanno deciso di rendere obbligatorio l'uso delle mascherine.

Tra queste c'è la California, dove il governatore Gavin Newsom ha annunciato ieri che i cittadini dovranno indossare le mascherine nei luoghi pubblici al chiuso. La stessa misura è stata annunciata dal governatore dell'Oregon, Kate Brown, ed entrerà in vigore il 24 giugno in sette contee dello Stato. Anche la Carolina del Nord e l'Arizona potrebbero imporre l'uso delle mascherine.

Questi quattro Stati - oltre ad Alabama, Florida, Nevada, Oklahoma, Carolina del Sud e Texas - registrano adesso il maggior numero di nuovi casi giornalieri (calcolato su una media di sette giorni) dall'inizio della pandemia. Secondo gli esperti il prossimo epicentro del virus potrebbe essere la Florida, mentre l'Oklahoma - dove il numero dei contagi registra un incremento del 110% rispetto alla settimana scorsa - si prepara ad ospitare sabato a Tulsa il comizio del presidente Donald Trump.

Intervistato dalla Cnn, Jonathan Reiner - cardiologo e docente di medicina alla George Washington University - ha detto che sarà praticamente impossibile rispettare il distanziamento sociale al comizio e per questo le autorità sanitarie della contea dovrebbero vietarlo.

Russia

Sono 7.972 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Russia nelle ultime 24 ore, sale così a 569.063 il totale dei contagi nel Paese. Lo riporta il centro operativo russo anticoronavirus.

Stando ai dati ufficiali, i decessi provocati dal nuovo virus sono stati 181 nel corso dell'ultima giornata e 7.841 in totale. I guariti sono 10.443 nelle ultime 24 ore e 324.406 in tutto.

America Latina

Non si vede ancora la luce in fondo al tunnel neanche in America Latina, dove nelle ultime 24 ore i contagi confermati sono saliti a 1.871.972 ed i morti a 88.823. È quanto risulta oggi da una elaborazione statistica dei dati riguardanti 34 Nazioni e territori latinoamericani.

Continua l'emergenza in Brasile, secondo Paese al mondo sia per i contagiati, che sono 978.142 (+22.765), sia per i morti, arrivati a 47.748 (+1.238). Lo rende noto il Consiglio nazionale dei segretari della salute (Conass). Un dato positivo è che gli infettati ed i deceduti brasiliani di ogni giorno manifestano stabilità e non un incremento in termini numerici.

Seguono il Perù con 244.388 contagi (+3.480) e 7.461 morti (+204), ed il Cile con 225.103 casi di contagio (+4.475) e 3.841 deceduti (+226). Al quarto posto il Messico (165.455 e 19.747) con la seconda mortalità dopo il Brasile, seguito da Ecuador (49.047 e 4.087), Colombia (60.217 e 1.960) e l'Argentina (37.510 e 948).

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.