Navigation

Coronavirus: primo caso Usa da origini non chiare

Il presidente Donald Trump ha assicurato che gli USA sono "molto pronti" KEYSTONE/AP/Manuel Balce Ceneta sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 febbraio 2020 - 07:12
(Keystone-ATS)

Il primo caso di coronavirus dalle origini non chiare negli Stati Uniti è stato accertato in California. Lo riporta il Washington Post, mettendo in evidenza che il caso potrebbe segnalare il diffondersi del virus.

La persona contagiata infatti non ha di recente viaggiato in un paese straniero o avuto contatti con persone malate.

"Nancy Pelosi sta cercando di creare panico per approfittarne politicamente, ma non c'è motivo di panico" sul coronavirus, ha swtto il presidente Donald Trump riferendosi alla speaker democratica. Gli Stati Uniti sono "molto, molto pronti" per affrontare il coronavirus, ha aggiunto Trump sottolineando che finora gli Usa hanno avuto successo, "un tremendo successo" nell'affrontare l'emergenza.

Gli Stati Uniti continuano a monitorare tutti gli arrivi dalle aree infette dai focolai di coronavirus. Per quanto riguarda una eventuale blocco dei voli dall'Italia Trump che detto che eventuali decisioni sulla restrizione dei viaggi nelle zone colpite saranno prese "al momento giusto".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.