Navigation

Coronavirus: principe Carlo racconta, "sono stato fortunato"

Il Principe Carlo parla della sua esperienza con il Covid KEYSTONE/AP/Kirsty Wigglesworth sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 giugno 2020 - 12:04
(Keystone-ATS)

Il principe Carlo ha raccontato per la prima volta la sua esperienza con il coronavirus che lo ha colpito, in modo lieve, a marzo. "Io sono stato fortunato.

Me la sono cavata abbastanza facilmente, ma l'ho avuto e posso capire cosa passano le persone malate", ha confessato l'erede al trono esprimendo la sua vicinanza a chi ha perso parenti ed amici a causa del Covid-19.

"In particolare a chi non ha potuto essere vicino ai suoi cari nel momento della morte. Questa, per me, è la cosa più orribile", prosegue Carlo che si dice "determinato a trovare una soluzione per evitare che altre persone siano colpite". Quale? "Mettere la natura al centro delle nostre economie", spiega il principe 71enne che da anni è impegnato per la causa ambientalista. Se non impariamo dalla pandemia, è il messaggio del primogenito della regina Elisabetta, potremmo trovarci di fronte ad un'altra minaccia del genere in futuro: "Più continuiamo a consumare il mondo della natura, più distruggiamo la biodiversità, più ci esponiamo a questo tipo di pericolo".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.