Navigation

Coronavirus: protesta in Texas, folla grida "caccia Fauci"

Protesta contro il lockdown in Texas KEYSTONE/AP/Eric Gay sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 aprile 2020 - 08:03
(Keystone-ATS)

"Fire Fauci" ("Licenzia Fauci"): ad invocare la cacciata del popolare virologo italo-americano che spesso "corregge" Donald Trump sono state alcune centinaia di persone radunatesi ad Austin, Texas, per contestare il lockdown contro il coronavirus.

Persone vicine l'una all'altra, senza distanziamento sociale, e poche con la mascherina. "Impedite il collasso economico", "Ogni lavoro è essenziale", alcuni degli slogan dei cartelli. La manifestazione era organizzata da Owen Shroyer, un collaboratore del sito Infowars che si e' visto sospendere l'account Twitter dopo il suo appello a partecipare alla protesta. Si e' fatto vedere anche Alex Jones, fondatore dello stesso sito.

Ad Annapolis, capitale del Maryland, la protesta è stata attuata da oltre 200 persone che suonavano il clacson a bordo della propria auto, con bandiere americane e dello Stato, nonché cartelli con vari slogan: "io non obbedirò a decreti illegali", "Anche la povertà uccide", "Noi, il popolo".

Tra i circa 400 manifestanti che hanno protestato oggi, a piedi o in auto, davanti al parlamento di Concord, capitale del New Hampshire, contro il lockdown c'erano anche alcune persone mimetica ed armate. Armi e mimetiche erano comparse anche nella più imponente manifestazione dei giorni scorsi nella capitale del Michigan, dove si erano radunate oltre 3000 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.