Navigation

Coronavirus: Sanchez conferma, "ultima proroga stato allerta"

Pedro Sanchez ha confermato che chiederà l'ultima proroga dello stato d'allerta in Spagna fino al 21 giugno KEYSTONE/EPA/JuanJo MartÌn sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 maggio 2020 - 15:19
(Keystone-ATS)

Il presidente del governo spagnolo, Pedro Sanchez, ha confermato oggi che chiederà al Congresso l' "ultima e definitiva" proroga dello stato di allerta per la pandemia da coronavirus in Spagna.

Altri 15 giorni, fino al 21 giugno, un periodo che sarà "molto diverso" e "molto più leggero", ma "necessario" per completare il processo di de-escalation, ha detto. E ha informato che le comunità autonome deterranno la "gestione assoluta" durante la terza fase, prima di entrare in quella che ha definito "la nuova normalità".

Il governo intende sottoporre la richiesta il prossimo mercoledì al voto del Congresso, dove si è assicurato l'appoggio necessario per l'approvazione grazie ad un accordo con i repubblicani catalani di Erc e con i baschi di Pnv.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.