Navigation

Coronavirus: si dimette capo medico della Scozia

Edimburgo semi deserta a causa della pandemia di coronavirus. KEYSTONE/AP/Jane Barlow sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 aprile 2020 - 07:19
(Keystone-ATS)

Si è dimessa travolta dalle polemiche la massima autorità medica della Scozia, Catherine Calderwood, consigliere di riferimento sull'emergenza coronavirus del governo locale di Edimburgo guidato dall'indipendentista Nicola Sturgeon.

Fatale per lei lo scandalo della gita fuori porta fatta nel weekend con il marito.

Pescata dai media nella seconda casa di campagna, a dispetto della raccomandazione data da lei stessa alla popolazione scozzese di restare nell'abitazione principale e di non spostarsi, nel rispetto delle precauzioni contro la diffusione del Covid-19 imposte del resto attraverso il lockdown da ormai due settimane in tutto il Regno Unito, la dottoressa Calderwood aveva tentato inizialmente di cavarsela con un mea culpa pubblico. E la stessa Sturgeon, pur biasimandone il comportamento, ne aveva accettato le scuse.

Ma le contestazioni e le accuse d'incoerenza e irresponsabilità non si sono spente nel mondo politico scozzese, come nell'opinione pubblica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.