Navigation

Coronavirus: UFSP, 1445 nuovi casi e 7 morti

I tamponi eseguiti sono stati circa 9500. KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 ottobre 2020 - 12:19
(Keystone-ATS)

Sono 1445 le nuove infezioni da Covid-19 confermate in Svizzera e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore (65'881 in totale). Secondo il bollettino quotidiano dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), 1808 persone (+7) sono morte dall'inizio dell'epidemia.

I tamponi eseguiti sono stati 9571, mentre i nuovi ricoveri sono 39, il che porta le ospedalizzazioni a 5110. Ieri la Confederazione, che nel week-end non fornisce più le cifre, ha annunciato 4083 contagi spalmati su 72 ore (in media 1361 al giorno).

Significativo per leggere il trend della malattia, il confronto su base settimanale conferma la recente impennata dei casi. Il dato è infatti più che raddoppiato da martedì scorso, quando i contagi erano stati 700. La percentuale di test positivi allora era del 9,7%, oggi del 15,1%.

L'incidenza ha raggiunto i 767.6 casi ogni 100'000 abitanti. Dall'inizio della pandemia i test svolti per rilevare il SARS-CoV-2 sono 1'516'021, di cui il 5,0% è risultato positivo.

Le persone in isolamento sono 4338: altre 10'788 entrate in contatto con loro sono in quarantena, uno stato nel quale si trovano anche 13'339 individui rientrati in Svizzera da un Paese considerato a rischio.

In Ticino si sono registrati 45 nuovi casi per un totale di 3952, indicano le autorità aggiornando la situazione. Si conta un decesso, il primo dal 12 giugno, il che fa salire il bilancio a 351 vittime.

Nei Grigioni, la pagina web dedicata all'evoluzione del coronavirus parla di 22 infezioni in 24 ore (1281 totali). I morti sono fermi da oltre quattro mesi a quota 50.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.