Navigation

Coronavirus: Usa, morti almeno 8.000 visoni in Utah

Almeno 8'000 visoni sono morti in Utah, negli Stati Uniti, dopo aver contratto il coronavirus (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/SERGEI GRITS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 ottobre 2020 - 08:10
(Keystone-ATS)

Almeno 8.000 visoni sono morti in Utah, negli Stati Uniti, dopo aver contratto il coronavirus: lo riporta la Cnn.

Il virus è comparso negli allevamenti lo scorso agosto, dopo che alcuni allevatori si sono ammalati a luglio, ha spiegato il capo veterinario dello Stato, Dean Taylor. Il virus è stato trasmesso quindi dall'uomo agli animali e finora non si registra alcun caso di contagio dai visoni infetti all'uomo. Gli allevamenti colpiti sono nove.

È la prima volta che i visoni negli Stati Uniti si ammalano di covid. Secondo il dipartimento dell'Agricoltura, casi analoghi sono stati registrati nei Paesi Bassi, in Spagna e in Danimarca.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.