Navigation

Coronavirus: Wuhan, famiglia scoperta nel mercato del pesce

Si ritiene che l'epidemia sia partita proprio dal mercato. (foto d'archivio) KEYSTONE/EPA/ALEX PLAVEVSKI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 marzo 2020 - 16:11
(Keystone-ATS)

Un'intera famiglia è stata trovata a Wuhan nel mercato del pesce Huanan, il ground zero dell'epidemia di coronavirus, dove si era nascosta per ben 43 giorni.

La scoperta è stata fatta con grande sorpresa nei giorni scorsi da una delle squadre impegnate nelle continue disinfezioni dell'area, completamente sigillata agli inizi di gennaio.

Un video, trasmesso da una tv locale, è rimbalzato su Beijing Tv: la famiglia, composta da padre, madre, figlio e un nonno, è risultata dalle prime analisi mediche in buone condizioni e non contagiata dal Covid-19. A titolo precauzionale, tutti stanno comunque osservando un periodo di quarantena di 14 giorni in un albergo della città.

Ancora da chiarire le ragioni alla base della scelta di restare nel posto considerato l'origine del nuovo coronavirus che solo in Cina ha causato più di 3100 morti: pare che la famiglia avesse un banco al mercato per la vendita di carne e di pesce.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.