Navigation

Coronavirus: Xi guida il lutto nazionale per vittime

Il presidente cinese Xi Jinping. KEYSTONE/AP/Xie Huanchi sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 aprile 2020 - 14:48
(Keystone-ATS)

Il presidente Xi Jinping ha guidato oggi gli altri leader cinesi nell'osservare il lutto nazionale per le vittime del coronavirus.

Xi, Li Keqiang, Li Zhanshu, Wang Yang, Wang Huning, Zhao Leji, Han Zheng e Wang Qishan, così come altri leader del Partito e dello Stato, sono rimasti in silenzio nel complesso Zhongnanhai di Pechino, dove hanno sede gli uffici del Partito Comunista Cinese.

I leader avevano fiori bianchi appuntati sul petto e hanno reso un silenzioso tributo di fronte alla bandiera nazionale a mezz'asta fuori dalla Sala Huairen. Uno striscione nero era appeso sopra la porta della sala, con personaggi "profondamente in lutto per i martiri e i connazionali che sono morti nell'epidemia di Covid-19".

A Pechino, le bandiere sono state esposte a mezz'asta da Piazza Tian'anmen alle strutture degli organi di comando centrali del Partito, all'Assemblea nazionale del popolo, nella sede del governo centrale, in quella della Conferenza politica consultiva del popolo cinese, dell'esercito, nel tribunale e nella sede del procuratore superiore.

Un momento di silenzio è stato osservato dai cittadini in tutto il Paese. Poi hanno risuonato le sirene anti-aeree.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.