Navigation

Coronavirus: ZH, casa anziani in quarantena, due morti

Al momento nella casa anziani risultano sei casi di coronavirus con due decessi. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 luglio 2020 - 10:34
(Keystone-ATS)

Una casa anziani di Männedorf, nel canton Zurigo, è stata posta in quarantena dopo che il coronavirus ha contagiato diverse persone. Due ospiti della struttura sono morti a causa della malattia, mentre un terzo versa in condizioni critiche.

In totale, sei dei 43 residenti così come un dipendente del centro privato "Sunnmatt" sono stati infettati, ha affermato oggi all'agenzia di stampa Keystone-ATS la responsabile del servizio di cure infermieristiche Theres Schmid, confermando un'informazione della "Neue Zürcher Zeitung". L'impiegato è stato il primo a risultare positivo al Covid-19 il 29 giugno, seguito tre giorni dopo da tre anziani.

Il 4 luglio tutti gli ospiti e tutto il personale sono stati sottoposti al test e all'interno della struttura, in accordo con il medico cantonale, è scattata la quarantena. Le visite non sono consentite e i residenti devono rimanere nelle loro stanze. Tuttavia, un'ulteriore positività è emersa sabato.

Come il virus sia riuscito a introdursi nella casa di riposo nonostante le rigide misure di protezione e come si sia diffuso è un mistero. La catena dei contagi è inspiegabile, ha detto Schmid.

"Sospettiamo che ad aver trasmesso il virus siano state persone asintomatiche", ha dal canto suo riferito alla NZZ la direttrice Anne Bärtels. La responsabile ha parlato di grande irritazione per la situazione venutasi a creare, dato che il centro negli ultimi mesi ha preso provvedimenti anti-coronavirus molto rigorosi.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.