Navigation

Coronavirus Cina: OMS, non è ancora una pandemia

"Attualmente, non siamo ancora in una situazione di pandemia" (propagazione mondiale di una malattia) per il coronavirus diffusosi in Cina, ha dichiarato alla stampa Sylvie Briand, direttrice del dipartimento Preparazione mondiale ai rischi infettivi dell'Oms. KEYSTONE/AP/Vincent Yu sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 febbraio 2020 - 13:53
(Keystone-ATS)

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha affermato oggi che l'epidemia di polmonite virale da coronavirus determinatasi in Cina "non costituisce ancora una pandemia".

"Attualmente, non siamo ancora in una situazione di pandemia", termine che si riferisce ad una situazione di propagazione mondiale di una malattia, ha dichiarato alla stampa Sylvie Briand, direttrice del dipartimento Preparazione mondiale ai rischi infettivi dell'Oms.

"Non siamo in una situazione di pandemia; al contrario - ha rilevato Briand - siamo in una fase in cui si ha una epidemia con focolai multipli".

La malattia ha infatti ucciso più di 425 persone e gli infetti sono oltre 20'000 in Cina, nella quasi totalità sono persone localizzate nella provincia dello Hubei, epicentro dell'epidemia. La malattia si è diffusa in 24 paesi dalla sua prima comparsa lo scorso dicembre.

Briand sottolinea che mentre c'è una rapida diffusione della trasmissione nello Hubei, i casi fuori dalla provincia hanno sporadici gruppi di trasmissione.

Allo stesso tempo, le autorità cinesi hanno preso misure drastiche per fermare la trasmissione, mentre gli altri paesi coinvolti hanno anch'essi varato misure per evitare la diffusione del virus.

"Speriamo che basandoci su queste misure in Hubei ma anche negli altri paesi, potremo fermare la trasmissione e liberarci del virus", ha concluso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.