Navigation

Corte nega la registrazione al partito di Navalny

L'oppositore di Putin Aleksey Navalny. KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 gennaio 2020 - 13:54
(Keystone-ATS)

I giudici dicono "no" alla registrazione del partito dell'oppositore russo Aleksey Navalny. Il tribunale di Mosca ha confermato in appello la sentenza del tribunale di Zamoskvoretsky.

Quest'ultima istanza lo scorso ottobre ha respinto il ricorso contro la decisione del ministero della Giustizia russo di impedire la registrazione del partito Russia del Futuro di Navalny.

Dal 2012 Navalny, uno dei principali oppositori di Putin, cerca di registrare un proprio partito. Le autorità hanno però finora sempre bocciato le sue richieste perché altri individui registravano nel frattempo partiti con lo stesso nome di quelli del dissidente.

La situazione sembra essersi ripetuta. Secondo l'agenzia Interfax, il ministero della Giustizia russo ha negato la registrazione del partito Russia del Futuro di Navalny a inizio giugno perché il 31 maggio aveva registrato un partito con lo stesso nome. Il partito Russia del Futuro riconosciuto dal ministero della Giustizia si chiamava prima Partito dei liberi cittadini ed è ufficialmente guidato dal 38enne Aleksandr Zorin.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.