Navigation

Corte Strasburgo, 'Francia inumana con richiedenti asilo'

Strasburgo condanna la Francia KEYSTONE/EPA/PATRICK SEEGER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 luglio 2020 - 12:51
(Keystone-ATS)

La Corte europea dei diritti umani ha condannato la Francia per aver violato il diritto di tre richiedenti asilo a non essere sottoposti a trattamenti inumani e degradanti.

Non rispettando le proprie leggi, lo Stato li ha fatti vivere per mesi nelle strade, senza alcun aiuto per sovvenire ai bisogni essenziali e con la costante paura di essere attaccati e derubati.

La sentenza riguarda tre uomini, un afgano, un iraniano e un russo, arrivati in Francia tra il 2013 e 2014. Nel loro ricorso i tre affermano che le autorità li hanno messi nell'impossibilità di beneficiare degli aiuti finanziari e materiali ai richiedenti asilo previsti per legge, e che le stesse si sono mostrate indifferenti alla loro sorte. I togati di Strasburgo hanno dato loro ragione, accordando loro in totale 32mila euro per danni morali.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.