Le autorità turche devono rilasciare l'oppositore Selahattin Demirtas, ex copresidente del partito pro curdo. Lo chiede la Corte europea dei diritti umani che ha condannato Ankara per aver violato numerosi diritti di Demirtas.

Secondo i giudici di Strasburgo, la sua continuata detenzione preventiva ha avuto come scopo quello di soffocare il pluralismo politico e limitare il dibattito, in particolare durante le ultime due critiche campagne elettorali, quella per il referendum sulla costituzione e le presidenziali.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.