Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Corte Suprema del Venezuela ha annullato le sentenze con le quali aveva assunto i poteri costituzionali. Nell'immagine le proteste che erano scoppiate dopo le controverse decisioni.

KEYSTONE/EPA EFE/CRISTIAN HERNANDEZ

(sda-ats)

La Corte Suprema del Venezuela, il Tribunale Supremo di Giustizia (Tsj), ha annullato le sentenze con le quali aveva assunto i poteri costituzionali esautorando l'Assemblea Nazionale e abolendo l'immunità parlamentare dei deputati.

Lo ha reso noto lo stesso Tsj, sul suo sito web ufficiale.

Il clamoroso dietrofront dell'alta corte giunge poche ore dopo che Nicolas Maduro, presiedendo una riunione urgente del Consiglio Nazionale di Difesa, ha "esortato" il Tsj a "rivedere" le sue sentenze, "per mantenere la stabilità istituzionale e l'equilibrio fra i poteri attraverso i meccanismi esistente nell'ordinamento legale venezuelano".

Le decisioni della Corte Suprema erano state denunciate come un colpo di Stato dall'opposizione, e avevano scatenato una reazione a catena a livello internazionale. La maggioranza dei governi latinoamericani le aveva respinte, esprimendo preoccupazione per l'evoluzione della crisi costituzionale a Caracas.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS