Navigation

Costa d'Avorio: aperta inchiesta in Svizzera per riciclaggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 maggio 2011 - 16:55
(Keystone-ATS)

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha annunciato oggi di aver aperto un procedimento penale contro ignoti per riciclaggio di denaro, in seguito ad una denuncia sporta a nome della Costa d'Avorio nei confronti dell'ex presidente Laurent Gbagbo e della sua cerchia.

Allo stato attuale l'istruttoria del Ministero pubblico è diretta contro ignoti, ha indicato la sua portavoce Jeannette Balmer. L'inchiesta è attualmente all'inizio, ha aggiunto, senza fornire ulteriori informazioni.

"Nei confronti di Gbagbo, sua moglie e una serie di ex funzionari e ministri ivoriani è stata sporta denuncia penale per riciclaggio di denaro e organizzazione criminale", ha da parte sua spiegato all'ATS l'avvocato ginevrino Bruno de Perux confermando una notizia della televisione svizzero romanda (TSR). La missiva è stata spedita al MPC il 29 marzo, ha aggiunto il legale che rappresenta gli interessi del nuovo regime ivoriano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.