Navigation

Costa d'Avorio: da Ue nuove sanzioni contro Gbagbo

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 aprile 2011 - 13:49
(Keystone-ATS)

L'Unione europea ha deciso di imporre nuove sanzioni contro il governo "illegittimo" di Laurent Gbagbo a causa della "gravità della situazione" in Costa d'avorio. La Ue - riferisce un comunicato - ha deciso di interdire l'acquisto di obbligazioni e di titoli e anche la possibilità di concedere prestiti al governo di Gbagbo.

L'Unione europea aveva già assunto misure restrittive contro Gbagbo e 84 dei suoi più stretti collaboratori, decidendo il congelamento dei beni e l'abolizione dei visti. A questa lista, oggi è stato aggiunto un altro nome. L'Unione europea aveva adottato sanzioni anche contro 11 entità economiche attive nel settore portuale e dei media, congelando i loro averi.

Con la decisione ulteriore di oggi, aumenta così la pressione contro Gbagbo per il suo rifiuto ad accettare la vittoria di Alassane Ouattara, riconosciuta invece come legittima dall'Unione africana e da tutta la comunità internazionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?