Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all'unanimità una risoluzione che impone sanzioni mirate a Laurent Gbagbo, il presidente uscente della Costa d'Avorio che continua a rimanere al potere in Costa d'Avorio dopo le accuse di brogli elettorali e di violenze contro la popolazione.

Il testo votato oggi elenca cinque cittadini ivoriani cui saranno congelati i conti in banca e cui verrà impedito viaggiare: sono lo stesso Gbagbo, la moglie Simone, il segretario generale del presidente contestato, Desiré Tagro, e i collaboratori Pascal Affi N'Guessan e Alcide Djedje.

Nella risoluzione, i Quindici si dicono pronti a "considerare ulteriori misure, se appropriato, incluse sanzioni mirate a chi lavora nei media diffondendo tensioni ed incitando alla violenza". Non vengono contemplate, però, azioni militari, come era stato richiesto dall'Organizzazione regionale per l'Africa occidentale (Ecowas).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS