Navigation

Costruzione: fatturato trimestrale record, mai così da 30 anni

Si continua a costruire a tutto spiano in Svizzera. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 novembre 2019 - 10:02
(Keystone-ATS)

Numeri da record per l'edilizia elvetica: nel periodo luglio-settembre il giro d'affari nel settore principale della costruzione ha raggiunto 6,1 miliardi di franchi. Si tratta del fatturato trimestrale più alto rilevato negli ultimi 30 anni.

Rispetto allo stesso periodo del 2018 tutti i segmenti di attività hanno potuto incrementare i proventi. Secondo la Società svizzera degli impresari costruttori (SSIC) l'edilizia abitativa ha probabilmente raggiunto il suo apice, con un fatturato compreso tra 1,7 e 1,8 miliardi di franchi sia nel secondo che nel terzo trimestre del 2019. Negli ultimi tre mesi dell'anno, a causa delle condizioni meteorologiche, è previsto un calo, ma su base annua vi sarà un ancora un incremento. Pure il numero di licenze edilizie rilasciate fa pensare che l'edilizia abitativa diminuirà gradualmente nei prossimi trimestri. Per la SSIC il rischio di un crollo improvviso è però contenuto.

L'intensa costruzione di abitazioni degli ultimi anni ha portato a un aumento degli alloggi sfitti in alcune regioni, ammette l'associazione. Ciò ha contribuito sensibilmente a frenare la progressione degli affitti: negli ultimi anni i canoni per i nuovi appartamenti sono effettivamente diminuiti in tutto il paese. Nelle grandi città, tuttavia, la carenza di alloggi che sussiste da anni è solo in parte venuta meno.

Per quanto riguarda il genio civile, il fatturato si è attestato nel terzo trimestre a 1,8 miliardi, lo stesso livello del corrispondente periodo del 2018. In questo settore il comparto privato ha registrato un significativo aumento dei ricavi, ma in termini di grandezza assoluta resta di molto subordinato rispetto a quello del settore pubblico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.