Navigation

Covid: Francia, cattolici protestano contro divieto messa

Fedeli radunati sul sagrato di una chiesa in Francia chiedono il ripristino delle funzioni religiose. KEYSTONE/EPA/YOAN VALAT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2020 - 13:34
(Keystone-ATS)

Continuano in Francia le proteste di parte del mondo cattolico contro il divieto che - nel periodo di lockdown - proibisce i raduni e, di conseguenza, anche le messe.

Numerose sono state negli ultimi giorni le riunioni di fedeli, anche diverse centinaia, fuori dalle chiese di Parigi, Nantes, Bordeaux e altre città. In alcuni casi, i sacerdoti sono usciti dalle chiese ed hanno celebrato messe o alcune parti della funzione.

Il ministro dell'Interno, Gérald Darmanin, ha avvertito che non esiterà ad "inviare poliziotti e gendarmi a fare multe" nel caso di "azioni ripetute" dei cattolici, durante il fine settimana, per la ripresa delle messe.

"La libertà di culto - ha proseguito il ministro - è certamente importante, abbiamo lasciato aperti i luoghi di culto. Ma la vita è più importante di tutto e la vita è lottare contro il coronavirus".

I cattolici hanno previsto diverse manifestazioni, due in particolare a Parigi, davanti alla chiesa di Saint-Sulpice, e a Nantes, dove 500 fedeli si erano riuniti la settimana scorsa.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.