Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - Arriva il piano di Bruxelles per difendere i clienti di banche e assicurazioni dal rischio crac. A presentarlo sarà domani il commissario Ue al mercato interno, Michel Barnier, che molto probabilmente sottoporrà il pacchetto di misure all'Ecofin di martedì.
Il piano messo a punto dalla Commissione Ue prevede di rafforzare le garanzie per i titolari dei depositi bancari - a partire da tempi più rapidi di rimborso quando un istituto di credito fallisce - e di ridurre il rischio-perdite per chi si affida a una società di investimenti. E ancora, di alzare il livello di protezione dei consumatori di fronte al caso di insolvenza di una compagnia di assicurazioni. Obiettivo: recuperare il più in fretta possibile la fiducia di risparmiatori e investitori nei servizi finanziari. Fiducia crollata ai minimi in Europa dopo due anni di crisi.
Sul fronte dei depositi bancari, la proposta della Commissione Ue è soprattutto quella di facilitare al massimo per i titolari del conto il recupero dei propri risparmi quando la banca fallisce. L'obiettivo è quello di far adottare a tutte le banche europee lo stesso livello di protezione per i clienti, contro i differenti 40 regimi di garanzie esistenti attualmente nei 27 Paesi della Ue. Se un istituto di credito entra in bancarotta, secondo Bruxelles dovrà quindi fornire ai clienti un livello migliore di informazione e di trasparenza (gli standard attuali sono ritenuti insufficienti) e tempi di rimborso molto più veloci. Il principio di base è che il risparmiatore non deve perdere nemmeno un euro, o almeno subire perdite minime.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS