Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il corpo di uno dei due militari a bordo dell'F/A-18 precipitato ieri nel canton Obvaldo è stato trovato in una zona di difficile accesso vicino al luogo dell'incidente: sarà recuperato e identificato in giornata, ha indicato la giustizia militare. Anche la scatola nera del jet è stata individuata: nelle prossime ore sarà raccolta, poi si procederà all'analisi dei dati, si legge in un comunicato della Giustizia militare.

Il recupero dei rottami dell'apparecchio comincerà invece probabilmente solo nei prossimi giorni, quando sarà conclusa la fase di documentazione del luogo del sinistro, attualmente ancora in corso. Tutte le prove raccolte saranno messe a disposizione degli esperti della scientifica dell'Istituto forense di Zurigo, un organo comune - altamente specializzato - dei corpi di polizia del cantone e del comune.

L'incidente è avvenuto ieri poco prima delle 14.00. Durante un volo di addestramento l'F/A-18 si è schiantato contro una parete rocciosa nei pressi di una galleria ferroviaria ad Alpnachstad (OW). A bordo vi erano due persone: il Dipartimento federale della difesa ha parlato in alcuni casi di "due piloti", mentre in altre circostanze gli occupanti sono stati descritti come "un pilota e un passeggero militare".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS