Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La base di capitale di Credit Suisse deve essere assolutamente aumentata, perché in passato è stata un punto debole che ha frenato gli affari: lo ha affermato il presidente della direzione Tidjane Thiam all'assemblea generale straordinaria in corso a Berna.

Per il manager franco-ivoriano, che il primo luglio ha sostituito il predecessore Brady Dougan, si è trattato della prima assemblea. Ha cominciato il suo discorso in tedesco, poi è passato alla lingua madre francese.

"Dalla mia entrata in carica ho dovuto più volte sentire dai nostri team in Asia e anche in altre regioni che la nostra dotazione di capitale ci ha impedito di cogliere attraenti opportunità di affari", ha affermato il 53enne.

Nel futuro è quindi di importanza decisiva poter contare su una base di capitale solida. Per raggiungere l'obiettivo sono previsti non solo un aumento di capitale, bensì anche misure interne come interventi sull'investment banking e ritirate da comparti che richiedono forte impegno e hanno ricavi volatili. Inoltre verranno diminuiti i costi.

Credit Suisse punta a raccogliere 6 miliardi attraverso due distinti aumenti: il primo di 1,32 miliardi sarà riservato a investitori qualificati, mentre il secondo di 4,7 miliardi sarà a disposizione di tutti gli azionisti.

Organizzazioni di consulenza degli azionisti come Ethos, ISS o zRating raccomandano di approvare entrambe le proposte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS